Pulizia delle piscine: analisi e prodotti per evitare pericoli
Acque reflue

Pulizia delle piscine: analisi e prodotti per evitare pericoli

Pulizia delle piscine: analisi e prodotti per evitare pericoli

Dalla Legionellosi al cloruro di cianogeno: i rischi per la salute si combattono con un'attenta prevenzione e un costante controllo delle acque

Quando si parla di piscine si pensa spontaneamente al relax, al divertimento e allo sport. Queste attività sono imprescindibili da una corretta e costante manutenzione delle strutture e delle acque: sono diversi, infatti, i rischi per la salute dal punto di vista chimico.

PERICOLI PER LA SALUTE

Tra le malattie più preoccupanti c'è la legionellosi, o malattia del legionario, causata appunto dal batterio della legionella, del quale sono state studiate ben 50 specie. Tra queste, la più pericolosa per l'uomo è la Legionella pneumophila che si contrae per via respiratoria, provocando febbre, stati confusionali e un tasso di mortalità fino al 15%. Le piscine, come i bagni turchi, i sistemi di condizionamento o le acque di scarico sono i luoghi in cui il batterio si diffonde più facilmente, per questo è necessaria una pulizia meticolosa.

Tra i prodotti più usati per disinfettare le piscine c'è il cloro, che però a contatto con determinate sostanze, tra cui l'acido urico, può generare reazioni che fanno derivare sottoprodotti pericolosi come il cloruro di cianogeno o il tricloruro di azoto.

ANALISI E CONTROLLI

Per evitare questi rischi, occorre quindi un controllo periodico delle piscine, che risponda ai parametri indicati dall'Accordo Stato – Regioni. Questo si effettua attraverso il prelievo di un campione, contenente due recipienti da un litro, uno dei quali deve essere sterile e contenere tiosolfato per l'esame microbiologico. I campioni devono essere poi trasportati dal responsabile dell'impianto, o direttamente dai tecnici, in laboratorio a temperatura refrigerata. I controlli si effettuano una volta al mese per le strutture funzionanti, mentre si allunga per ogni tre mesi per l'analisi dei parametri chimici.

Le analisi delle acque vanno effettuate secondo parametri e standard ben precisi, anche questi dettati dalla Conferenza Stato – Regioni, che ne garantiscano la salubrità e la pulizia.

PRODOTTI E FILTRI

Un altro aspetto fondamentale è costituito dai filtri per le piscine che possono essere di vario tipo: a pluricorrente, a effetto catalitico, a letti selettivi, a farine fossili. Ovviamente ogni misura preventiva è integrata da disinfettanti e prodotti ad hoc: dall'antialghe al cloro, dall'elettrolisi del sale ai detergenti (a componente alcalina o a base acida).

 

@MarioLuongo6

Se vuoi ricevere gli aggiornamenti di Ambiente Magazine seguici su Facebook Twitter o iscriviti alla nostra newsletter.