Il laboratorio di analisi chimiche e microbiologiche è in grado di eseguire qualsiasi analisi strumentale e soddisfare qualsiasi esigenza in merito all’analisi di matrici ambientali ed alimentari. L’attività del laboratorio viene costantemente monitorata da sistemi di GLP (Good laboratory practice – Buona pratica di laboratorio) e da un sistema di gestione della qualità conforme alla norma UNI EN ISO 9001:2015.

Il laboratorio di analisi chimiche e microbiologiche di Esia opera in conformità alla norma UNI EN ISO 17025:2005. Il laboratorio è in grado di soddisfare tutte le esigenze di igiene e sicurezza ambientale delle aziende attraverso una strumentazione all’avanguardia e costantemente sottoposta a piani di taratura e manutenzione.

Gli strumenti principali del laboratorio di Esia:

ICP | Plasma ad accoppiamento induttivo

L’ICP permette di determinare la presenza di specie metalliche nelle matrici ambientali nell’ordine del microgrammo/litro. Questa tecnica analitica viene utilizzata per l’esame di terreni, rifiuti, ambienti di lavoro, acque potabili, reflue e sotterranee per verificare che i metalli pesanti presenti nelle matrici rispettino i limiti imposti dalla legge.

UV-VIS | Spettroscopia ultravioletta visibile

Lo spettrofotometro UV-VIS è in grado di evidenziare la presenza di metalli e composti organici compresi in una lunghezza d’onda dai 350 ai 700 nanometri, appunto lo spettro visibile. Questo strumento viene utilizzato per l’analisi di rifiuti, acque reflue e pozzetti fiscali per verificare che le quantità di alcuni inquinanti come il cromo esavalente, i tensioattivi ionici, l’azoto nitroso e ammoniacale rispettino i limiti di legge.

Cromatografo ionico

Il cromatografo ionico permette di determinare la concentrazione di cationi e anioni, sostanze inorganiche non tossiche che determinano la qualità del campione. Lo strumento viene utilizzato per verificare che i livelli di cationi e anioni rispettino i limiti di legge nelle acque potabili e reflue.

Gascromatografo

Il gascromatografo evidenzia la presenza di microinquinanti organici nelle matrici ambientali. Questa tecnica analitica consente di stabilire la qualità e quantità di microinquinanti volatili e semivolatili presenti in  acque, terreni, rifiuti e percolati, per verificarne la rispondenza ai limiti di legge.

FT-IR | Spettrofotometro infrarosso

Lo spettrofotometro FT-IR consente di determinare la presenza di idrocarburi nelle matrici ambientali. Questa analisi viene effettuata su acque potabili e terreni per stabilirne la qualità e la rispondenza ai limiti di legge.

Horiba | Analizzatore multiparametrico

Questo analizzatore multiparametrico di gas provenienti da emissioni industriali è l’unico strumento riconosciuto dalla normativa per l’analisi delle emissioni in atmosfera.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi