Le 5 qualità indispensabili che i consulenti per sicurezza e ambiente imparano ad avere

In molti vi dicono come si diventa consulenti per la sicurezza o per l’ambiente; pochi vi dicono quali sono le virtù che imparerete per forza a sviluppare.

L’attenzione sempre maggiore posta dalla normativa nazionale e (soprattutto) comunitaria alla tutela della natura fa del consulente ambientale una figura sempre più importante nel panorama professionale del nostro paese. A questi si aggiunge il consulente per la tutela della salute e della sicurezza sul lavoro, che continua a dover affrontare il dato preoccupante delle denunce di infortunio, in crescita nel 2018 del +0,9% rispetto all’anno precedente (dati INPS). Entrambe le figure professionali hanno il compito di indirizzare le aziende verso l’adempimento di tutti quegli obblighi di legge, finalizzati a tutelare lavoratori, cittadini e ambiente. Un compito difficile, per il quale sono necessarie tante virtù, tra le quali abbiamo selezionato le seguenti:

1. Pazienza

Prima di ogni cosa, abbi pazienza. Il piccolo imprenditore a volte non sa che la sicurezza ha un costo (in compenso capisce bene qual è il prezzo di chi viola il codice). Sebbene la Legge non ammetta ignoranza, spesso costoro ignorano, ma basta spiegare. Peggiore è la situazione di chi conosce bene la normativa, ma decide deliberatamente di ignorarla. Questi imprenditori possono avanzare richieste davvero… “poco ortodosse”.

2. Dirittura morale

Dal punto precedente capisci bene quanto sia importante la dirittura morale. A volte l’imprenditore ha le sue ragioni nel mostrare “affaticamento” economico, ma in quel caso potresti dargli buone notizie, mettendolo a conoscenza di finanziamenti che agevolano chi smaltisce l’amianto o di documenti di valutazione del rischio che, redatti comunque e sempre in maniera onesta, potrebbero risparmiargli lavori e/o sanzioni.

3. Cultura della sicurezza e dell’ambiente

Sii cultore della salute della tua terra, del pianeta e di chi lo abita. Ricorda che tu rappresenti non l’azienda che ti assume, ma un compito più alto. Non hai la maschera di Superman, ma lotti comunque per il bene dell’umanità. Non devi volare in cielo ed evitare la kryptonite, ma guidi l’auto e fai mettere in sicurezza le scorie. Rappresentare e diffondere la cultura della sicurezza e dell’ambiente può voler dire anche, semplicemente, comunicare al tuo cliente perché la Legge a volte è tanto puntigliosa e quali sono i drammi che vuole evitare. Usa gli esempi e il punto 1: la pazienza.

4. Conoscenza tecnica

Questo lo sai: bisogna conoscere davvero bene la materia, per fare il tuo lavoro. A volte la tua professione richiede competenze da giurista, talaltre da ingegnere. Hai studiato molto per diventare il consulente che sei, ma, su tutte, hai capito bene una cosa: la Legge corre lenta nei tribunali, ma è veloce nei parlamenti. Le leggi cambiano e tu devi continuamente aggiornarti… ma come?

5. Volontà (e tecnica) dell’aggiornamento

Compri 10 quotidiani e leggi 4 libri alla volta? Bravo, ma non è necessario. Assodato che devi aggiornarti e che con i tuoi colleghi condividi le novità inerenti il vostro lavoro, sappi che puoi usare Internet per restare informato. A parte le newsletter e il like a editori di settore, puoi usare Google Alert o app di news selezionate come Feedly, che ti aggiornano sulle pubblicazioni di giornali e siti ufficiali (come quelli dei ministeri). Insomma, se vuoi andare in edicola e acquistare 10 giornali, accomodati pure… ma tenta anche soluzioni più economiche e meno ingombranti!

E tu che sei consulente, credi siano essenziali altre qualità? Se la pensi così, scrivici nei commenti.

Condividi su:

Share on facebook
Facebook
Share on linkedin
LinkedIn
Share on twitter
Twitter

Tel. +39 081 7349128/525
Fax. +39 081 6023256

Via Galileo Ferraris, 146
80146 - Napoli, Italia

info@esia.it
info@esia.it

© Copyright ESIA Srl. Tutti I Diritti Riservati – P.IVA 07340020630